Profilo Facebook Account Linkedin
Numero di telefono 0131/955263

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI FIERISTICHE

La data:22/01/2018

Bando per la concessione di contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche: di che cosa si tratta?

a cura della dr.ssa Barbara Rizzi

È una misura agevolativa adottata dalla Camera di Commercio di Alessandria che consiste nell’assegnazione di contributi a fondo perduto alle imprese e ai consorzi di imprese, non in liquidazione o non interessate da procedure concorsuali, aventi sede o unità locale in Provincia di Alessandria, iscritti come attivi al R.I., in regola con il pagamento del diritto annuale camerale ed in regola con l’assolvimento degli obblighi contributivi (DURC regolare), a fronte delle spese da essi sostenute per la partecipazione, a titolo di espositore, a:

 

a.    Manifestazioni fieristiche che si svolgono all’estero;

b. Manifestazioni fieristiche internazionali che si svolgono in Italia (la qualifica di ‘internazionale’ deve essere rilasciata dalla Regione del luogo ove esse si svolgono e devono essere altresì inserite nel calendario fieristico regionale);

c.  Manifestazioni fieristiche a carattere nazionale e regionale in Italia (riconosciute come tali con qualifica rilasciata dalla Regione del luogo ove esse si svolgono e devono essere altresì inserite nel calendario fieristico regionale) a condizione che esse non abbiano carattere strettamente locale.

Quali sono le spese ammissibili?

Per accedere al contributo occorre che l’impresa o il consorzio di imprese abbia sostenuto un costo (rendicontato con fatture quietanzate) di almeno € 500 con riferimento a:

  1. Locazione dello spazio espositivo;

  2. Allestimento dell’area espositiva;

  3. Spese di iscrizione dell’impresa o del consorzio di imprese al catalogo degli espositori.

    Ogni impresa o consorzio di imprese potrà richiedere il contributo previsto dal presente bando per una sola manifestazione fieristica svoltasi nel corso del 2018.

Il contributo sarà concesso nella misura del 50% dei costi ammissibili (vedi precedenti numeri 1, 2, 3) sostenuti, con i seguenti massimali annui:

- Fiere estere € 1.500;

- Fiere internazionali in Italia € 1.000;

- Fiere di carattere nazionale e regionale in Italia € 500.

Relativamente alla partecipazione alle fiere estere delle imprese o dei consorzi di imprese del settore edile, si precisa che per esse, è rendicontabile anche il costo di realizzazione di materiale promozionale.

Come si presenta la richiesta di partecipazione al contributo?

Le domande di concessione dei contributi vanno predisposte utilizzando gli appositi moduli e dovranno essere inviate unicamente tramite posta elettronica certificata (PEC).

Le domande devono essere inviate entro i termini di seguito indicati:

  • per le manifestazioni che si svolgeranno nel primo semestre dell’anno (dal 01/01 al 30/06/2018) le domande dovranno pervenire entro il 10 luglio 2018;

  • per le manifestazioni che si svolgeranno nel secondo semestre dell’anno (dal 01/07 al 31/12/2018) le domande dovranno pervenire entro il 10 gennaio 2019.

Le istanze trasmesse oltre i termini saranno rigettate.

Si precisa in ultimo che le domande di contributo saranno soddisfatte secondo l’ordine cronologico di presentazione e fino alla concorrenza di € 160.000, salvo eventuali incrementi di budget. Sui contributi concessi è operata la ritenuta d’acconto del 4% prevista dal 2° comma dell’articolo 28 del D.P.R. n. 600 del 29/9/1973.

Quali documenti occorre allegare alla richiesta di partecipazione al contributo?

Le domande devono essere corredate dei seguenti documenti:

  1.  copia delle fatture quietanzate comprovanti i costi sostenuti relativi alla locazione dell’area espositiva, allestimento ed iscrizione a catalogo espositori con esclusione di qualunque altro costo. La quietanza di pagamento deve essere dimostrata allegando copia della ricevuta di avvenuto bonifico bancario in stato di “eseguito” (non è sufficiente la disposizione di bonifico) rilasciata dall’istituto di credito in un momento successivo all’addebito sul conto dell’impresa o del consorzio di imprese, contenente il riferimento espresso alla fattura, alla data e all’importo del pagamento, oppure copia dell’estratto di conto corrente bancario/postale contenente l’addebito e il riferimento espresso alla fattura, alla data e all’importo del pagamento;

  2.  dichiarazione “de minimis”;

  3.  fotocopia documento d’identità del sottoscrittore.

Informazioni e contatti:

Eventuali quesiti relativi alla presentazione delle domande possono essere inviati all'indirizzo mail: barbararizzi@studiocoggiola.it oppure telefonicamente allo 0131/955263.

Valenza, lì 22 Gennaio 2018

LO STUDIO COGGIOLA

L’aggiornamento specialistico - curato e periodico - dei professionisti e degli impiegati amministrativi che lavorano presso lo Studio Coggiola di Valenza, si traduce oltre che in un elevato standard qualitativo nell’esecuzione delle attività proprie dello Studio, anche in un servizio di informazione capillare e tempestivo su tutte le notizie di interesse per gli imprenditori e le partite IVA.